Fine dell'Appendice K Copertura e revisioni ADM Presentazione Q & A

Fine dell'Appendice K Copertura e revisioni ADM Presentazione Q & A

Abilitazione in comunità - residenziale (CH-R)

1. Tutti coloro che ricevono la CH-R in residenza prima dell'11/11/23 hanno diritto alla CH-R in residenza dopo la fine della copertura dell'Appendice K?

No.  In base all'Appendice K, le persone che vivevano in residenze certificate potevano ricevere l'abilitazione comunitaria sia nella residenza che al di fuori di essa.  A partire dall'11/12/23, con la fine della copertura dell'Appendice K, le persone che vivono in residenze certificate e che si qualificano per la Community Habilitation in residenza sono quelle anziane, medicalmente fragili o con problemi comportamentali che richiedono servizi in residenza.  Questo è spiegato nel documento 21-ADM-03R.

2. Se qualcuno ha avuto CH-R durante l'emergenza sanitaria pubblica e l'ha inserita in CHOICES e rientra nei nuovi criteri, i Care Manager devono passare attraverso il Front Door per ottenere l'approvazione di una quantità specifica di CH-R?

Se a una persona è stato concesso il CH-R durante l'emergenza sanitaria pubblica tramite l'addendum PHE e desidera continuare a utilizzare il CH-R, indipendentemente dal fatto che i servizi vengano erogati all'interno o all'esterno di una residenza certificata, il Care Manager deve presentare un modulo di richiesta di modifica del servizio (SARF) e ottenere una Notice of Decision (NOD) che autorizzi il servizio.  Senza il NOD, l'individuo sarà disiscritto dal CH-R l'11/12/2023 con la fine delle flessibilità PHE.  Questo è stato incluso in una formazione alle CCO e ai Provider nel giugno 2023.

3. Oltre ai servizi di CH, quali servizi diurni o occupazionali possono essere erogati in una residenza certificata?

I servizi di abilitazione diurna e i servizi di prevenzione basati sul sito non possono essere erogati in una residenza certificata.
SEMP, Pathway to Employment e Community Based Prevocational (CBPV) possono essere erogati parzialmente in una residenza.  La residenza non può essere la sede principale del servizio.  La CBPV è limitata a 2 ore in un ambiente certificato dall'OPWDD.  I servizi per conto di una persona (servizi indiretti) possono essere erogati mentre la persona frequenta un altro servizio Waiver.  

4. Il personale che si occupa di Abilitazione residenziale può anche occuparsi di CH-R in residenza?

Una persona del personale può fornire l'Abilitazione residenziale e l'Abilitazione comunitaria in residenza. Tuttavia, quando un membro del personale si occupa di Abilitazione comunitaria, non può soddisfare i minimi di personale per l'Abilitazione residenziale nello stesso periodo in cui si occupa di Abilitazione comunitaria.  Inoltre, ai fini del Consolidated Fiscal Reporting (CFR), i costi del personale devono essere suddivisi tra Abilitazione comunitaria e Abilitazione residenziale. 

5. Per le persone che ricevono la CH-R in residenza, c'è una percentuale stabilita di tempo di servizio che deve essere all'interno e all'esterno della residenza?

Alle persone che ricevono servizi CH-R in residenza devono essere offerte opportunità di integrazione e impegno nella comunità nella misura in cui la persona lo desideri e sia adeguata alle sue esigenze.  L'OPWDD si aspetta un'attenta pianificazione delle modalità di erogazione del CH-R in residenza, in modo da non isolare la persona dalla comunità in generale. Ai sensi della norma 21-ADM-02R, Requisiti per i servizi comunitari abilitativi-residenziali (CH-R) erogati nella residenza certificata dell'individuo, le persone che ricevono CH-R in residenza devono continuare a ricevere la maggior parte dei loro servizi CH-R fuori dalla residenza.  Per ulteriori informazioni sulla pianificazione dell'assistenza e per assicurarsi che la fornitura di CH-R in residenza non isoli la persona, consultare questo ADM.

6. Il nuovo ADM 2006-01R comporterà la rimozione del documento di orientamento "Medically Frail and Elderly Individuals Enrolled in HCBS waiver" Memo del 30.12.2010? 

Sì, il memorandum del 30.12.2010: "Rispondere alle esigenze del servizio diurno di anziani, persone fragili e persone con esigenze comportamentali complesse iscritte al Waiver HCBS" è incluso tra i "rilasci annullati" in 21-ADM-02R: Requisiti per i servizi residenziali di abilitazione comunitaria (CH-R) erogati nella residenza certificata dell'individuo.  Va notato che questo ADM afferma che: "Quando i servizi abilitativi sono forniti in una residenza sotto forma di CH-R, la maggior parte dei servizi CH-R dell'individuo dovrebbe essere fornita al di fuori della residenza". Pertanto, rimane in vigore lo standard che prevede che almeno il 51% dei servizi si svolga al di fuori della residenza certificata.

7. La CH-R in residenza e l'Abilitazione residenziale possono raggiungere gli stessi obiettivi per la persona?

Sì.  Una persona può ricevere servizi simili nell'ambito di diverse categorie di servizi.  Ciò è particolarmente vero quando il Piano di vita assegna gli obiettivi a più fornitori.  Fare riferimento ai regolamenti, 14 NYCRR §§635-10.4 e 635-10.5, riguardanti i servizi ammissibili e il rimborso dei servizi Waiver HCBS che includono i servizi di abilitazione comunitaria.  Si rimanda anche al documento 23-ADM-08, pagina 2, che fornisce un elenco dei supporti per l'abilitazione comunitaria consentiti.

8. Il personale dell'Abilitazione comunitaria può accompagnare una persona all'Abilitazione diurna e fatturare questo servizio a Medicaid?

No. L'abilitazione comunitaria non può essere fornita in un ambiente certificato per l'abilitazione diurna.

9. L'ADM afferma che per poter fornire CH-R a lungo termine, le persone devono soddisfare uno dei tre criteri. C'è la possibilità che la CH-R domiciliare sia fornita a breve termine e non soddisfi i criteri?

No

10. Ci sono informazioni specifiche che devono essere incluse nel Piano di Comportamento di un individuo che richiede CH-R a causa di bisogni comportamentali complessi per la fornitura di CH-R in una residenza certificata?

Fare riferimento a 21-ADM-02R:
Pagina 4
"Deve esistere una giustificazione individualizzata per la fornitura di servizi CH-R in residenza, che comprenda una descrizione di come l'individuo beneficiare della consegna di in residenza CH-R servizi e mantenere e migliorare loro salute e sicurezza".
"Per gli individui con esigenze comportamentali complesse, è necessario un Piano di supporto al comportamento per sostenere l'erogazione dei servizi CH-R in residenza".
Pagina 5
"L'appropriatezza dei servizi CH-R in residenza sarà determinata attraverso il processo di pianificazione incentrato sulla persona".

11. La limitazione dell'Abilitazione diurna in residenza si applica a tutti?  Questa limitazione si applica alle persone che hanno ricevuto un'assistenza diurna in residenza prima della pandemia?

Con la fine dell'autorità dell'Appendice K, il 12 novembre 2023, le persone che hanno ricevuto l'Abilitazione diurna in residenza devono passare ai servizi CH-R in residenza o a un altro servizio appropriato erogato al di fuori della residenza certificata. Le disposizioni della 21-ADM-02R riguardano i servizi di abilitazione comunitaria in residenza erogati a persone che vivono in residenze certificate (CH-R in residenza), comprese le alternative residenziali individualizzate (IRA), le residenze comunitarie (CR) o le case famiglia (FCH).  

Day Abilitazione

12. Per chiarire, una persona che risiede in una residenza certificata può comunque ricevere l'Abilitazione diurna, ma il servizio deve essere fornito al di fuori della residenza?

Sì.

13. Quali sono le regole per il pranzo e la fatturazione durante l'Abilitazione Diurna a partire dall'11/12/23?  

A partire dal 12 novembre 2023, con la fine dell'autorità dell'Appendice K, le regole di fatturazione relative al pranzo durante l'erogazione del servizio di Day Habilitation torneranno alla regola 06-ADM-01R.

14. I servizi diurni dell'OPWDD possono essere forniti a distanza durante le emergenze meteorologiche?

No. Per quanto riguarda l'erogazione di servizi in residenza in caso di maltempo, si noti che le tariffe vengono adeguate per tener conto dei giorni di mancato servizio.  Tutte le tariffe sono state adeguate per tener conto del fatto che non tutti i costi possono essere rilevati per la fornitura di servizi per 5 giorni alla settimana, 52 settimane all'anno per tutti gli assistiti.  Se le persone desiderano servizi in residenza e soddisfano i criteri necessari, possono scegliere la CH-R in residenza.  Le persone possono anche scegliere l'abilitazione diurna (erogata al di fuori della residenza) o i supporti legati all'occupazione (SEMP, CBPV, Servizi Preprofessionali in loco e Percorso Occupazionale).

15. Potete chiarire i requisiti per l'Abilitazione diurna a giornata intera e a mezza giornata per la durata del programma?  

Gli standard di fatturazione dell'Abilitazione diurna per la durata del programma non sono cambiati; una giornata intera è di 4 ore e una mezza giornata è di 2 ore.    

Modificatori/Identificatori di fatturazione per CH-R e fornitura di servizi a distanza

16. Qual è lo scopo dell'identificatore unico e del modificatore per i servizi erogati a distanza?

Gli identificatori e i modificatori di fatturazione distinti per l'erogazione di servizi a distanza e regolari serviranno all'OPWDD per garantire ai Centri federali per i servizi Medicare e Medicaid che l'erogazione di servizi a distanza non è l'unica modalità utilizzata per fornire servizi ai partecipanti al programma Waiver.  

17. È necessario apportare modifiche ai codici tariffari utilizzati per la richiesta di rimborso quando si utilizzano i nuovi codici di procedura e i modificatori per la fornitura di servizi a distanza?

Non sono previste modifiche ai codici tariffari attualmente in uso.  Il codice della procedura e il modificatore sono elementi aggiuntivi della richiesta di rimborso che informano l'OPWDD della modalità di servizio ricevuta dalla persona.  Si tratta di informazioni aggiuntive sulla richiesta di risarcimento.

18. I codici tariffari cambiano per il CH-R? La mia agenzia utilizza il 4797.

Non vengono apportate modifiche ai codici tariffari per il CH-R.

19. Dobbiamo tornare indietro e aggiornare tutte le nostre fatture CH-R del 2020 con i nuovi modificatori di fatturazione?

I requisiti del modificatore di fatturazione aggiuntivo riguardano i servizi erogati a partire dall'11 novembre 2023. I fornitori non devono adeguare le richieste prima di tale data.

20. Quando si compila un DDP-1 per iscrivere gli individui al CH-R, quale codice di programma si utilizza?

Le agenzie fornitrici iscriveranno le persone al codice del programma CH-R associato alla specifica agenzia e al DDRFO in cui la persona vive.

21. Se continuiamo a fornire servizi di DH a distanza, quando dobbiamo aggiungere i nuovi modificatori di fatturazione?

I servizi resi a partire dall'11 novembre 2023 richiedono i modificatori di fatturazione aggiuntivi per i servizi erogati tramite tecnologia remota. Una volta che il software di fatturazione del fornitore è pronto, le richieste di rimborso precedentemente inviate possono essere modificate per includere gli identificatori di fatturazione.

Piano di vita

22. In quale punto del Piano di Vita è documentato il consenso informato per il CH-R in residenza?

Il Care Manager documenta nel Piano di Vita la scelta informata della persona (e/o della famiglia/rappresentante) e il motivo che giustifica la ricezione della CH-R in residenza. Questo può essere documentato in un consenso incorporato nel Piano di Vita, nella Narrazione del Piano di Vita nella Sezione 1 o nella Sintesi della Riunione del Piano di Vita. Il Piano di vita firmato e finalizzato contenente queste informazioni costituisce un consenso informato scritto. 18-ADM-06R2: Transition to People First Care Coordination, contiene ulteriori dettagli sul consenso informato scritto.

23. Abbiamo servito persone che hanno richiesto servizi a distanza.  Possiamo fatturare questi servizi anche se non sono attualmente previsti dal Piano di vita?  È stato dichiarato che abbiamo tempo fino al 4/11/2024.

Sì. Fino all'aggiornamento del Piano di vita, non è necessario interrompere l'erogazione del servizio se la persona ha accettato l'opzione di erogazione del servizio a distanza, se questa modalità di erogazione del servizio è in corso e se non ci sono preoccupazioni espresse dal team di pianificazione dell'assistenza riguardo alla continuazione dei servizi a distanza.  Tutti i Piani di vita devono essere aggiornati per riflettere l'uso della tecnologia a distanza il prima possibile, ma non oltre l'11 aprile 2024.

24. Esistono modelli o linguaggio specifico di ciò che dovrebbe essere incluso nel Piano di Vita in termini di tecnologia remota?

Non esistono modelli o linguaggio specifico sull'uso della tecnologia a distanza che devono essere inclusi in un Piano di vita.  La necessità o il desiderio di utilizzare la tecnologia a distanza per l'erogazione dei servizi è unica per la persona servita e le informazioni contenute nel Piano di vita devono essere pertinenti alla sua situazione specifica. In base all'ADM specifico del servizio, le informazioni devono riflettere il modo in cui l'erogazione del servizio sarà condotta a distanza per soddisfare le esigenze della persona. Ulteriori dettagli possono essere inclusi nel Piano d'azione per il personale, se applicabile.

25. Qual è la frequenza per la comunità e il sollievo a domicilio? Dovrebbe essere orario o continuativo? 

Come descritto nelle ADM specifiche del servizio, la frequenza elencata nel Piano di Vita deve essere oraria/ora.  La durata di ogni servizio è "continuativa". Questi ADM sono disponibili sul sito web dell'OPWDD alla voce Regulations & Guidance. 

26. Se un fornitore di HCBS partecipa a una riunione del Piano di Vita attraverso l'uso di tecnologia remota, deve essere descritto nel Piano di Vita secondo le regole delineate nel 21-ADM-03?

No.  21-ADM-03R si applica solo ai requisiti relativi alla ricezione da parte di un individuo dei servizi di esenzione HCBS da remoto e l'ADM non si applica alla conduzione a distanza o alla partecipazione a riunioni di pianificazione condotte dal Care Manager con tutti i fornitori di abilitazione coinvolti allo scopo di rivedere il piano di servizio centrato sulla persona come parte dei servizi di gestione dell'assistenza, ad es. Supporto per la casa di cura e il piano di base, perché tali servizi sono autorizzati nel piano statale Medicaid. È una best practice che i fornitori partecipino di persona, tuttavia la partecipazione dei fornitori attraverso l'uso della tecnologia è consentita in base alla politica CCO.

Servizi HCBS erogati a distanza

27. Una persona può ricevere tutti i suoi servizi HCBS utilizzando la tecnologia remota?

No. Si vedano i requisiti per l'erogazione di servizi a distanza nella sezione Background del sito 21 "ADM-03R: Ability to use Technology to Remotely Deliver Home and Community-Based Services (HCBS)," a pagina 3:
"La tecnologia a distanza non può essere un'opzione esclusiva di erogazione di servizi a lungo termine. La tecnologia remota è disponibile in determinate condizioni per periodi di tempo limitati, per consentire la continuità dei servizi quando non è possibile erogarli di persona (ad esempio, durante il recupero da un incidente/malattia). L'erogazione di servizi a distanza può anche essere utilizzata come parte del piano di erogazione dei servizi di un individuo, insieme ai servizi di persona, come descritto nel suo Piano di Vita".

28. Una persona può ottenere l'abilitazione diurna a distanza se vive in un IRA?

Una persona che vive in un'IRA non può ricevere l'Abilitazione diurna a distanza all'interno dell'IRA.  Tuttavia, possono ricevere il CH-R a distanza mentre si trovano nell'IRA (vedere 21-ADM-03).

29. Cosa succede se un individuo vuole ricevere servizi di abilitazione diurna a distanza (l'individuo vive a casa) a causa della sua fragilità medica.  Di cosa c'è bisogno?

Le persone che non vivono in una residenza certificata possono continuare a ricevere i servizi di abilitazione diurna di persona o a distanza o l'abilitazione diurna supplementare a casa propria.

Si prega di fare riferimento allo 06-ADM-01R che descrive i requisiti per l'abilitazione diurna di gruppo progettata per le persone che vivono a casa. 

Fare riferimento a 21-ADM-03R: "Ability to use Technology to Remotely Deliver Home and Community-Based Services (HCBS)," per quanto riguarda i requisiti per l'uso della tecnologia per la fornitura di servizi a distanza.

Si prega di notare in particolare le pagine 2 e 3: "La tecnologia remota è disponibile in determinate condizioni per periodi di tempo limitati, per consentire la continuità dei servizi quando non è possibile erogarli di persona (ad esempio, durante il recupero da un incidente/malattia).  L'erogazione di servizi a distanza può anche essere utilizzata come parte del piano di erogazione dei servizi di un individuo, insieme ai servizi di persona, come descritto nel suo Piano di Vita".

30. Che cosa si intende per telemedicina?  Si tratta di un'e-mail, di una telefonata, di un messaggio di testo, ecc.?
Deve essere una tecnologia di comunicazione bidirezionale e in tempo reale. Le e-mail e i messaggi di testo non rientrano in questa definizione.  

21 ADM-03R: 
Pagine 2- 
"L'erogazione di servizi a distanza, ai fini del presente ADM, si riferisce a un metodo elettronico di erogazione di servizi, compresa qualsiasi tecnologia di comunicazione bidirezionale in tempo reale che soddisfi i requisiti dell'Health Insurance Portability and Accountability Act del 1996 (HIPAA)".

31. Quali servizi HCBS Waiver possono essere erogati tramite tecnologia remota?

L'erogazione di servizi a distanza non è specifica del CH-R. I seguenti servizi possono essere erogati tramite teleassistenza o tecnologia a distanza (vedere 21 ADM-03R, pagina 6): 

  • Day Abilitazione
  • Abilitazione della comunità
  • Comunità Abilitante-Residenziale (CH-R)
  • Istruzione e formazione familiare
  • Servizi di prevenzione - in loco
  • Servizi di assistenza preprofessionale - Comunità
  • Occupazione supportata (SEMP)
  • Percorso verso l'occupazione
  • Sollievo orario
  • Intermediazione di supporto

32. Ci saranno requisiti aggiuntivi per la documentazione dell'erogazione del servizio a distanza?

Sì, ci sono ulteriori requisiti di documentazione per il Piano di vita.  Si veda il testo in rosso a pagina 2 del documento ADM-03R: "Capacità di utilizzare la tecnologia per erogare a distanza servizi domiciliari e comunitari (HCBS)."  Il Piano d'Azione per il Personale (SAP) del fornitore deve riflettere che la persona può impegnarsi in modo sicuro ed efficace nell'erogazione di servizi a distanza attraverso la tecnologia.
Inoltre, per quanto riguarda la documentazione del servizio ai fini della fatturazione, sono stati creati un codice di procedura e un modificatore per identificare i servizi HCBS Waiver erogati tramite teleassistenza.   Pertanto, il personale che eroga i servizi deve documentare l'uso della tecnologia remota in modo che il personale addetto alla fatturazione possa assicurarsi che le richieste di rimborso siano compilate correttamente.  Si veda il testo in rosso a pagina 6 del documento 21 ADM-03R.  

33. Per l'occupazione assistita (SEMP)/Pathway To Employment/Servizi preprofessionali basati sulla comunità - C'è un modo per definire chiaramente cosa costituirebbe un servizio di telemedicina?  La natura di questo servizio ha sempre permesso il faccia a faccia, le telefonate, gli sms, ecc.

Secondo l'Administrative Directive Memorandum, 21-ADM-03R, pagina 2: "L'erogazione di servizi a distanza, ai fini di questa ADM, si riferisce a un metodo elettronico di erogazione di servizi, compresa qualsiasi tecnologia di comunicazione bidirezionale in tempo reale che soddisfi i requisiti dell'Health Insurance Portability and Accountability Act del 1996 (HIPAA)."  Secondo questa definizione, le telefonate soddisfano la definizione di modalità di teleassistenza.  Il waiver HCBS 1915 (c) stabilisce inoltre che i servizi Prevocational, Pathway to Employment e SEMP possono essere erogati a distanza tramite telefono o altre tecnologie in conformità con l'HIPAA.                                              

I servizi SEMP, Pathway to Employment e Community-Based Prevocational Services forniti tramite tecnologia remota direttamente alla persona (cioè, servizi diretti) devono essere elencati nel Piano di Vita e riflessi nel Piano d'Azione del Personale e soddisfare gli altri requisiti del 2021-03R.  Tuttavia, i fornitori possono chiamare le persone al telefono come componente accessoria dell'erogazione del servizio per effettuare il check-in con i partecipanti, come consentito dalla definizione del servizio o in circostanze di emergenza, senza soddisfare i requisiti del documento 21-ADM-03R. Si tratta di una differenza rispetto alle telefonate che comportano l'insegnamento/la formazione del personale, che sono considerate teleassistenza.

In SEMP, Pathway to Employment and Community-Based Prevocational Services, esempi di chiamate incidentali alle persone includono:  

  • ricordare all'individuo un colloquio di lavoro;
  • ricordando all'individuo di lavare la propria uniforme;
  • informare l'individuo delle modifiche al programma di lavoro;
  • conoscere gli orari di lavoro dell'individuo, in modo che il personale sappia quando visitare i siti;
  • controllare se ci sono problemi imprevisti; e
  • programmare le prossime attività di servizio.

Le telefonate di emergenza comprendono l'aiuto a risolvere un problema imprevisto e non regolare sul posto di lavoro o di volontariato.

Tutti i servizi per conto di una persona (servizi indiretti) in SEMP, Pathway to Employment e Community-Based Prevocational Services sono quei servizi che non coinvolgono direttamente la persona servita.  Ad esempio, una chiamata fatta dal personale a un supervisore sul posto di lavoro è un servizio indiretto e non si applicano i requisiti del punto 21-ADM-03R.

L'OPWDD fornirà ulteriori indicazioni sulla teleassistenza e su questi servizi specifici.

34. Le telefonate sono fornite su base continuativa per fornire i servizi SEMP. Secondo l'ADM, il Care Manager deve completare una valutazione ogni sei mesi per coloro che utilizzano i servizi remoti. Si tratterà di un compito molto oneroso poiché praticamente tutti i partecipanti al SEMP ricevono servizi remoti. Quali sono le implicazioni per il fornitore SEMP se il Care Manager non soddisfa questo requisito di valutazione di 6mesi? L'OPWDD prenderà in considerazione un'esclusione o un metodo alternativo per la SEMP?  

Come indicato nei requisiti del documento 21-ADM-03R, dopo la valutazione iniziale, è responsabilità del Care Manager assicurare "che l'uso continuo della tecnologia per la fornitura di servizi a distanza sia rivisto e riaffermato dal team di pianificazione ogni sei (6) mesi o con ogni revisione semestrale del Piano di Vita".  Non è necessaria una nuova valutazione ogni 6 mesi, a meno che non si verifichino cambiamenti sostanziali nelle circostanze di vita della persona o un cambiamento di preferenze. Se il fornitore ha dei dubbi sulla fornitura di servizi a distanza, è sua responsabilità informare il Care Manager.

Secondo il processo delineato nel documento 2018-ADM-06R, l'operatore riceve, rivede e firma il Piano di vita definitivo e deve seguire diligentemente il Care Manager per eventuali imprecisioni o dubbi all'interno del Piano di vita.  

Richieste di assistenza

35. Se i sinistri vengono rettificati, l'adeguamento riguarda solo un cambiamento di stato, non un aumento o una diminuzione del rimborso?

Ai fini dell'adeguamento delle richieste di rimborso per includere gli identificatori per la tecnologia remota o i servizi in residenza, non vi saranno modifiche all'importo del rimborso.  I fornitori stanno presentando adeguamenti per incorporare solo questi identificatori.

36. C'è un termine entro il quale le domande non potranno più essere presentate come lo sono oggi?

I requisiti per la richiesta di rimborso riguardano i servizi erogati a partire dall'11 novembre 2023 e includono gli identificatori che indicano i servizi resi tramite tecnologia remota o in sede. Dopo questa data, tutte le richieste di rimborso presentate senza i modificatori appropriati devono essere corrette non appena il software di fatturazione dei fornitori viene modificato per accogliere i modificatori appropriati.

37. Per questi nuovi servizi verranno utilizzati i consueti codici di fatturazione CH-R?

Non sono previste modifiche ai codici tariffari attualmente in uso.  Il codice della procedura e il modificatore sono elementi aggiuntivi della richiesta di rimborso che informano l'OPWDD della modalità di servizio ricevuta dalla persona.  Si tratta di informazioni aggiuntive sulla richiesta di risarcimento.

38. Le persone potranno essere iscritte al CH-R in residenza senza un codice di schede? 

Per poter ricevere il CH-R, che sia in residenza o meno, una persona deve avere un ID TABS, essere autorizzata al CH-R ed essere iscritta al codice di programma CH-R appropriato.

39. Stiamo ancora utilizzando il codice tariffario 47970 per CH-R?

Non sono previste modifiche ai codici tariffari attualmente in uso.  Il codice della procedura e il modificatore sono elementi aggiuntivi della richiesta di rimborso che informano l'OPWDD della modalità di servizio ricevuta dalla persona.  Si tratta di informazioni aggiuntive sulla richiesta di risarcimento.

40. Per le persone identificate per ricevere servizi diurni a domicilio, possiamo iniziare a fatturare CH-R senza previa approvazione?

Il CH-R in residenza è stato consentito durante il PHE e fino all'11/11/23 con un addendum del Care Manager.  A partire dall'11/12/23, per continuare a ricevere e fatturare il CH-R in residenza dopo la PHE, il Care Manager di un individuo deve presentare un modulo di richiesta di modifica del servizio (SARF) e ottenere una notifica di decisione (NOD) che autorizzi il servizio.  Senza il NOD con la data di entrata in vigore dell'autorizzazione, il servizio erogato e fatturato sarebbe soggetto a rimborso.  Se siete a conoscenza di un invio di SARF senza determinazione, contattate il vostro ufficio regionale. Affinché un individuo possa essere preso in considerazione per questo servizio, il Care Manager deve presentare un SARF debitamente compilato.

Fatturazione retroattiva

41. Se si verifica un ritardo nell'autorizzazione del servizio, i provider possono inviare retroattivamente le richieste alla data di validità dell'autorizzazione? 

La fatturazione può essere presentata per tutti i giorni di servizio a partire dalla data di decorrenza dell'autorizzazione. La fatturazione deve essere effettuata in conformità alle regole di fatturazione puntuale del DOH.  Le richieste di rimborso superiori a 90 giorni richiedono un codice di ritardo. 

Verifica elettronica della visita (EVV)

42. Si prega di chiarire se EVV è richiesto per CH-R? 

L'Abilitazione comunitaria e l'Assistenza domiciliare sono i due tipi di servizio soggetti a EVV nel sistema OPWDD.  Se i servizi CH-R sono erogati nella residenza, o iniziano o terminano lì, i servizi sono soggetti all'EVV.

43. È necessario incorporare gli elementi essenziali EVV nell'indicazione di telemedicina?  

Gli elementi EVV non sono inclusi nella presentazione del reclamo. Tutti i fornitori e le agenzie soggetti all'EVV devono presentare un'attestazione annuale in cui riconoscano di aver rispettato e continueranno a rispettare tutti i requisiti del Cures Act, dell'EVV e del NYS. Il modulo di attestazione è disponibile su eMedNY. 

Le istruzioni su come iscriversi a eMedNY e completare un'attestazione EVV sono disponibili qui: 

https://www.health.ny.gov/health_care/medicaid/redesign/evv/provider/index.htm.  Questo sito Web è anche una risorsa utile per l'invio dei dati EVV. Per ulteriori indicazioni, contattare [email protected]

44. I servizi fatturati saranno consentiti se viene stabilito che l'EVV è necessario per CH-R e non è stato completato prima dell'annuncio? 

I fornitori devono seguire le indicazioni dell'EVV per i servizi CH-R in residenza. 

Domande generali

45. Dove inviamo i nostri commenti pubblici?

Dopo l'emissione degli ADM, ci sarà un periodo di commento pubblico di trenta giorni che terminerà l'8 dicembre 2023. Inviate i vostri commenti a [email protected]

46. È necessario eseguire un giusto processo per chi si trasferisce dall'abilitazione diurna a quella CH-R?

Se la decisione di passare a un altro servizio è basata sull'interesse e sulla scelta dell'individuo e non è stata presa dal fornitore, non è necessaria la notifica del giusto processo.  Se l'esigenza di ridurre, modificare o interrompere un servizio viene avviata dal fornitore, è necessaria la notifica del giusto processo.  

47. Questo vale per il piano sanitario del partner (PHP) e, in caso affermativo, è pronto ad accettare ed elaborare le richieste con questi codici e modificatori CPT?

Sì, questi requisiti di fatturazione si applicano a Partners Health Plan (PHP) per le persone iscritte al programma FIDA/IDD.  Il PHP è consapevole di questi requisiti e sarà pronto ad accettare i nuovi modificatori.

48. Anche le valutazioni funzionali complete (CFA) sviluppate dai fornitori di ICF devono essere aggiornate per indicare la necessità e l'uso dei servizi di telemedicina o solo dei piani vita?

Le flessibilità previste dall'Appendice K erano applicabili solo ai servizi HCBS Waiver.  I servizi diurni per le persone che vivono in una struttura di assistenza intermedia (ICF) non possono essere forniti a distanza.

49. Quando possono essere fatturati contemporaneamente broker e CH?

Per ADM 2023-08 "Documentazione del servizio per i servizi di abilitazione comunitaria forniti a persone che risiedono in località certificate e non certificate e per i servizi residenziali di abilitazione comunitaria per individui qualificati,". 5: "Il tempo che la persona trascorre con il proprio mediatore di sostegno durante le visite faccia a faccia può essere incluso come tempo di servizio fatturabile da CH solo se il personale di CH è presente". È consentito anche il tempo in cui il mediatore di sostegno fornisce servizi non faccia a faccia per conto della persona".

50. C'è la flessibilità per consentire alle persone di selezionare un programma di servizi che includa CH-R e Day Habilitation in giorni diversi o nello stesso giorno in orari diversi?

Sì.

51. Le aliquote CH saranno aumentate?

Non sono previste modifiche alle tariffe CH.

52. È una scelta della persona o del fornitore per quanto riguarda la modalità appropriata per l'erogazione del servizio (di persona o a distanza)?

La scelta di utilizzare o meno la tecnologia a distanza per ricevere i servizi è a discrezione della persona.  Se un operatore nutre dubbi sulla sicurezza o sull'integrità dell'erogazione dei servizi a distanza, è opportuno discuterne durante le riunioni di pianificazione incentrate sulla persona.